EFHWA

Nel fare radio in portatile, si ha la necessità di massimizzare, visto le condizioni estreme di antenna, le prestazioni in termine di guadagno/rendimento.

Dopo prove sperimentali, tra canna da pesca, con balun o con tuner, random wire, dipoli e stili 1/4 lambda, ho pensato di provare l’EFHWA (End Feed Half Wave Antenna).

L’EFHWA è un radiatore di lunghezza esatta nella mezz’onda della frequenza utilizzata.

Ha il vantaggio di avere un alto rendimento visto la sua grande resistenza d’irradiazione e non necessita della raggiera di radiali sintonizzati tipici della configurazione ad 1/4 di lambda.

L’impedenza di una mezz’onda è di qualche KiloOhm dunque per collegare l’antenna al RTX è necessario un adattatore.

Ho scelto di fare un adattatore con masse isolate in modo da minimizzare le correnti sul cavo (si comporta come una specie di balun).

L’adattatore è stato progettato con un rapporto di 1:7, avvolgendo 3 spire come primario e 21 spire come secondario.

Per minimizzare le perdite invece di realizzare il trasformatore con bobine in aria ho utilizzato un toroide Amidon T-80.2 (rosso).

Per la sintonia ho utilizzato un condensatore variabile da 100pF.

Con il secondario a 21 spire con un condensatore di 100 pf si coprono perfettamente dai 30 metri ai 10 metri.

Nell’immagine seguente è rappresentato lo schema dell’EFHWA.

EFHWA IZ0HCC

Dettaglio del trasformatore di impedenza 50 Ohm -> 2450 Ohm

EFHWA IZ0HCC

Il condensatore variabile da 100pF.

Per potenze QRP si può utilizzare qualsiasi condensatore.
Per i canonici 100 Watt è obbligatorio utilizzarne uno a spaziatura larga.

EFHWA IZ0HCC
Il tutto alloggiato dentro un contenitore per elettronica.
La presa di terra come si può notare è isolata dalla radio.

EFHWA IZ0HCC

Connettore RTX.

EFHWA IZ0HCC

Dettaglio manopolina sintonia.

EFHWA IZ0HCC

L’EFHWA completato.
Le dimensioni sono veramente minute.

EFHWA IZ0HCC

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *