Semplice Filtro di Rete 220V

Molte volte si combatte contro il noise ed i disturbi provenienti dall’impianto elettrico a 220V.

Una soluzione efficiente per filtrare le “sporcizie” che giungono sui dispositivi elettronici è utilizzare un filtro di rete.

In questo articolo vi fornisco la mia esperienza e, non descriverò un filtro di rete tradizionale, ma indicherò come potere dotare di un semplice filtro capacitivo multiprese e ciabatte.

Tale accorgimento è utilizzabile anche inserendolo in apparecchiature “critiche” che imbrattano la rete di alimentazione.

Sono arrivato a tale realizzazione nel curare il sensibile Home Theater dagli spikes presenti da accensioni neon, lampade elettroniche e caldaie: tutte le volte che si accendeva un dispositivo “disturbante” l’audio del sintoampli spariva per un secondo.

Tale trovata è particolarmente utile per noi OM, per bonificare un il noise che proviene dalla 220V.

E’ molto semplice il tutto: si basa sull’inserimento in parallelo alla 220V di un condensatore di filtro in poliestere da 100nF.

Il condensatore DEVE essere per AC e deve essere classe X2 oltre che avere tensione di lavoro maggiore della 220V. Altre tipologie NON sono idonee e mettono in discussione la SICUREZZA.

Prestare MASSIMA attenzione a lavorare con dispositivi sotto tensione di rete, ci si può fare male seriamente.

Il funzionamento è semplicissimo: il condensatore alla frequenza di rete 50Hz ha una reattanza capacitiva molto elevata (31.8 KOhm), al contrario a frequenze più elevate, es. 1MHz la sua reattanza è molto bassa (circa 1.6 Ohm).

Vien da se pensare che riusciremo a filtrare tutto quello che si trova più elevato di frequenza dei 50 Hz transitori compresi.

Ovviamente un filtro così “basic” non sostituisce un filtro di rete completo con induttanze, magari a più stadi, ma è un ottimo rimedio economico ed efficace.

Tutte le multiprese che utilizzo in casa le ho trasformate in pochi minuti in filtrate.

Di seguito la trasformazione della multipresa che uso sulla radio, è molto semplice occultare un piccolo condensatore all’interno.

IZ0HCC Filtro di Rete

Ecco come si presenta internamente: questa in esempio ha anche l’interruttore.

IZ0HCC Filtro di Rete

Condensatore di filtro: 100nF / 280 V AC / X2

IZ0HCC Filtro di Rete

Saldatura in parallelo a FASE e NEUTRO (NON UTILIZZARE LA TERRA).

IZ0HCC Filtro di Rete

Operazione semplicissima si richiude la multipresa verificando che i fili siano nelle posizioni giuste e possiamo goderci un semplice filtro di rete a pochi centesimi.

Personalmente con questo progetto ho risolto i disturbi che provenivano da:

  • alcune lampade a risparmio energetico in accensione e spegnimento;
  • alimentatori switching per faretti alogeni 12V;
  • caldaia ferro da stiro (apertura vapore).

8 comments

  1. Ciao. Ho trovato l’articolo molto interessante. Io ho un problema invece con una plafoniera a piastra led 220 v da 45w e poiché per accenderla uso un relè finder 26.01 con tre pulsanti, non posso mettere in opera tutti gli accorgimenti classici per eliminare il disturbo che resta leggermente illuminata anche a riposo. Sia il neutro che la fase portano generano tale problema. Secondo te la soluzione che hai proposto può risolvermi il problema? Grazie

    1. Alessandro, purtroppo la soluzione del filtro capacitivo non ti risolverà il problema. Puoi provare ad invertire fase e neutro ovvero interrompendo, con il relè o l’interruttore, la fase 220V come dovrebbe essere di norma.

  2. Ciao,
    Grazie del suggerimento, volevo usarlo su lampadario LED, quando lo accendo mi cade la rete tp link a onde convogliate come se arrivassero dei disturbi sulla rete, pensi possa funzionare?

  3. Ciao, sono sempre quello del problema sulla rete a onde convogliate powerlink che cade appena accendo i faretti nella stanza dove c’è uno dei trasmettitori Powerlink. Nel frattempo ho comperato due condensatori sopra riportano questa sigla 100nM305V-X2 che credo significhi 100 nanoF M tolleranza 20% 305 VAC classe X2. Possono andare bene secondo te?
    su fronte riportano PILKOR 1333 55/110/21 250 V.
    Secondo potrebbero funzionare anche dei Filtri a nucleo di ferrite che si clippano intorno ai cavi?
    Grazie ancora

    1. Metti un condensatore sull’alimentatore dei faretti led, limiterai le spurie immesse in rete del convertiore switching. Le ferriti sono ottime per limitare la rf sui cavi. Visto l’aggressività dei diturbi generati da questo alimentatore, posso consigliarti o di sostituirlo con uno non switching, oppure usando un filtro di rete che oltre al condensatore x2 in parallelo ha anche due induttanze in serie al circuito avvolte su nucleo ferromagnetico toroidale che bloccano in entrambi le direzioni il passaggio di rf o noise.

  4. aggiornamento ….ho provato inserendo delle ferriti clippate sui cavi, la rete non cade, accendendo i faretti comunque la velocità scende da 90 Mbps a 40 Mbps.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *